Blog: Che Cacio vuoi?®

L’uomo che sussurrava ai formaggi

Ci sono giorni in cui parlare con gli altri, ascoltare gli altri, capire gli altri è davvero impossibile.

Allora me ne sto lì, dentro alla mia cantina, tra i profumi e il candore delle tavole d’abete appena pulite dove riposano le forme di formaggio.

Loro parlano e si esprimono nel silenzio più totale di un cosmo che rispetta altre regole: il silenzio di una cantina, il fiorire di una muffa, il profumo di una crosta pulita, best instagram web viewer l’aria fresca di una valle -quella del Lumiei- che porta con sé il rumore della tranquillità. 

Passano le stagioni, passano gli anni e il formaggio, a differenza degli uomini, invecchia migliorandosi  senza mai lamentarsi. 
Così, vicino a lui, io sto bene.

 

free musically followers and likes wp-image-653″ title=”il silenzio della cantina” src=”http://malgacarniaformaggi.it/wp-content/uploads/2012/09/DSCF0543-500×375.jpg” alt=”" width=”500″ height=”375″ />

4 Commenti

  • Re Fosco

    1

    mmmh... mmmh... GREAT... mmmh...

    • sebastiano

      2

      grazie sig. re fosco. i nostri prodotti vengono degustati al meglio con l'omonimo vino che lei rappresenta.

  • VASS

    3

    UNICO...UN ABBRACCIO

    • sebastiano

      4

      grazie! ci vediamo a Friuli Doc.